federcalcio servizi logo

INFORMATIVA SPECIFICA PER DIPENDENTI, COLLABORATORI VISITATORI ATTINENTE AI TRATTAMENTI DI DATI PERSONALI effettuati nell’ambito delle ATTIVITÀ DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19

La Federcalcio Servizi Srl (di seguito “Federcalcio” o “il Titolare”) con sede in Roma Via Campania 47, ad integrazione dell’informativa già fornita ai dipendenti e collaboratori, visitatori e persone che hanno accesso all’interno dei locali aziendali, fornisce agli interessati le informazioni che seguono.
Federcalcio, in qualità di titolare del trattamento dei dati personali delle persone fisiche che accedono all’interno dei locali aziendali, informa gli interessati ai sensi dell’art.13 del Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (Reg. UE 2016/679, di seguito “RGPD”), che i loro dati personali saranno oggetto di trattamento con le modalità e per le finalità indicate di seguito. Federcalcio in alcuni casi esegue il medesimo trattamento anche in qualità di responsabile, essendo stata nominata all’uopo.

1. Finalità e base giuridica del trattamento
I dati personali già in possesso di Federcalcio, insieme a quelli ulteriormente forniti o aggiornati dagli interessati, in qualità di dipendente, collaboratore o visitatore verranno trattati con la finalità di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la prevenzione del contagio, tutela della salute delle persone che hanno accesso in azienda e collaborazione con le Autorità pubbliche e, in particolare, le Autorità sanitarie.
La base giuridica del trattamento è la necessità di adempiere a un obbligo di legge al quale il Titolare è soggetto (art. 6 lett. c) del GDPR), vale a dire l’implementazione dei protocolli di sicurezza anti-contagio previsti dalla normativa emergenziale, ai sensi dell’art.1, comma1, lett. ll) sub. lett.c) del DPCM 17 maggio 2020 ed in particolare dal Protocollo aziendale anti-contagio in data 28/05/2020 adottato da Federcalcio in attuazione del Protocollo Condiviso tra Governo e Parti sociali nell’aggiornamento del 24 aprile 2020 e s.m.i., in adempimento del più generale dovere di tutela dell’integrità fisica e morale dei lavoratori salute e la loro sicurezza e salute nei luoghi di lavoro (art.2087 c.c. e D.lgs. n.81/08).
Federcalcio tratta particolari categorie di dati personali, ossia dati relativi allo stato di salute, in quanto il trattamento è necessario per assolvere agli obblighi del Titolare in materia di sicurezza e protezione sociale, come previsto dall’art. 9, par.2 lett. b) del RGPD.

2. Dati personali oggetto di trattamento
– Dati comuni: nome, cognome, recapiti, data e orario della presenza e permanenza presso gli uffici ed i locali sotto il controllo del Titolare.
– Particolari categorie di dati personali ai sensi dell’art. 9 del Regolamento: dati relativi al pericolo di contagio da Covid-19 compresi dati relativi allo stato di salute, quali, a titolo esemplificativo, la temperatura corporea/sintomi influenzali; provenienza/non provenienza dalle zone a rischio epidemiologico; presenza/assenza di contatti, negli ultimi 14 giorni, con soggetti risultati positivi al Covid-19, inclusa l’informazione relativa alla temperatura corporea oggetto di misurazione all’ingresso dei locali di Federcalcio ovvero nel caso in cui si abbiano sintomi connessi al COVID-19 dopo l’accesso.
In quest’ultimo caso i dati saranno comunicati al Medico Competente e agli Enti e alle Autorità pubbliche competenti sulla base delle disposizioni normative e regolamentari vigenti.

3. Natura del conferimento
Con riferimento alla finalità evidenziata, il conferimento dei dati è obbligatorio. Un eventuale rifiuto dell’interessato comporta l’impossibilità di accedere ai locali di cui Federcalcio è responsabile.

4. Tempi di conservazione dei Dati
Il trattamento dei dati comuni e della temperatura corporea è necessario al fine di rilevare la presenza di eventuali sintomi del COVID-19 e, quindi, per prevenirne il contagio. Effettuata la misurazione della temperatura corporea, nel caso in cui questa sia inferiore a 37.5°, l’interessato potrà accedere ai locali e l’informazione della temperatura rilevata non sarà conservata.
Nel caso di superamento della suddetta soglia di temperatura, Federcalcio è tenuta ad identificare l’interessato e registrare la sua temperatura corporea rilevata, al fine di documentare le ragioni che hanno impedito l’accesso ai locali. Per tale ragione, i dati anagrafici e il dato relativo alla temperatura corporea saranno registrati e conservati fino al termine dello stato d’emergenza, previsto dalle Autorità pubbliche competenti.
La stessa cosa avverrà nel caso in cui la temperatura sia rilevata successivamente all’accesso, durante la presenza nei locali.
Nessuna registrazione e/o conservazione del dato relativo alla temperatura è effettuata nel caso di mancato superamento della soglia di allarme. È fatta salva la conservazione per un periodo superiore in relazione a richieste della pubblica Autorità. È fatta salva la conservazione dei dati personali, anche particolari, per un periodo superiore, nei limiti del termine di prescrizione dei diritti, in relazione ad esigenze connesse all’esercizio del diritto di difesa in caso di controversie.
I dati comuni, compresi i recapiti e i dati di permanenza presso i locali di cui Federcalcio è responsabile, raccolti per le finalità qui descritte sono conservati fino alla cessazione dello stato di emergenza e potranno essere messi a disposizione delle Autorità preposte, anche al fine di ricostruire la catena dei contagi in caso venisse riscontrato anche solo un caso di positività al virus tra le persone che hanno avuto accesso ai locali.

5. Modalità d’uso dei Dati
Il trattamento dei dati è eseguito mediante idoneo supporto cartaceo garantendo la sicurezza e la riservatezza, nel rispetto di quanto previsto dal RGPD.
Il trattamento dei dati personali potrà consistere nella raccolta, registrazione, conservazione, consultazione, comunicazione, cancellazione o distruzione dei dati.

6. Ambito di circolazione dei Dati
I dati così rilevati saranno trattati da personale preposto al trattamento e che agisce per il Titolare del Trattamento in qualità di designato ai sensi dell’art. 29 del RGPD ed al quale saranno fornite opportune e specifiche istruzioni sul corretto utilizzo dei dati.
Senza il consenso dell’interessato (ex art. 6 lett. b) e c) RGPD), Federcalcio potrà comunicare i dati personali dell’interessato a soggetti autorizzati o designati al trattamento e in particolare dal responsabile dell’ufficio che gestisce il personale, dal medico competente, ad organismi di vigilanza, Autorità sanitarie e giudiziarie nonché a tutti gli altri soggetti verso i quali la comunicazione sia obbligatoria in base ad un’espressa disposizione di legge.

7. Diffusione dei Dati
I dati non saranno oggetto di diffusione a soggetti indeterminati.

8. Trasferimento dei Dati all’estero
I dati non saranno oggetto di trasferimento al di fuori dell’Unione Europea.

9. Titolare e Responsabile della Protezione dei Dati Il Titolare del trattamento è:
Federcalcio Servizi Srl
Via Campania n. 47
00187 – Roma P. IVA 01365881000
Il Titolare del trattamento ha nominato un Responsabile della protezione dei dati contattabile al seguente indirizzo: protezionedati@federcalciosrl.it.

10. Esercizio dei diritti
Ogni interessato ha la possibilità di esercitare i diritti previsti dal RGPD, e precisamente:
a) il diritto, ai sensi dell’art. 15, di ottenere la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati che lo riguardano e, in tal caso, di ottenere l’accesso ai dati e alle seguenti informazioni: i) le finalità del trattamento ii) le categorie di dati in questione; iii) i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati sono stati o saranno comunicati, in particolare se paesi terzi o organizzazioni internazionali; iv) quando possibile, il periodo di conservazione dei dati previsto oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo; v) l’esistenza del diritto dell’interessato di chiedere al titolare del trattamento la rettifica o la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento o di opporsi al loro trattamento; vi) il diritto di proporre reclamo a un’autorità di controllo; vii) qualora i dati non siano raccolti presso l’interessato, tutte le informazioni disponibili sulla loro origine; viii) l’eventuale esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione di cui all’articolo 22, paragrafi 1 e 4 RGPD, e, almeno in tali casi, informazioni significative sulla logica utilizzata, nonché l’importanza e le conseguenze previste di tale trattamento per l’interessato; ix) il diritto di essere informato dell’esistenza di garanzie adeguate ai sensi dell’articolo 46 RGPD relative al trasferimento, qualora i dati siano trasferiti a un paese terzo o a un’organizzazione internazionale;
b) l’interessato avrà altresì (quando applicabili) la possibilità di esercitare i diritti di cui agli artt. 16-21 RGPD (diritto di rettifica, diritto all’oblio, diritto di limitazione di trattamento, diritto alla portabilità dei dati, diritto di opposizione).
La informiamo che il titolare del trattamento si impegna a rispondere alle richieste degli interessati al più tardi entro un mese dal ricevimento della richiesta. Tale termine potrà essere prorogato di due mesi, se necessario, tenuto conto della complessità o numerosità delle richieste pervenute.

11. Modalità di esercizio dei diritti
L’Interessato potrà in qualsiasi momento esercitare i diritti su menzionati inviando richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica: pricacy@federcalciosrl.it.

Il Delegato del Titolare del trattamento
Dott. Mauro Grimaldi

DOCUMENTO IN PDF